Premio Novello – Sesta Edizione

Tratto da Il Cittadino

Stasera l’anteprima con la conferenza della Marcheschi
Il conto alla rovescia per il Premio Novello: domani via alla mostra

«Sono davvero soddisfatto: i lavori consegnati sono stati tantissimi e sono arrivati anche dagli Stati Uniti. Scegliere è stato difficile perché erano opere di qualità elevata e con piacere ho notato che m…olte vignette riportavano il testo: sono le vignette che mi piacciono di più, che rispecchiano anche la nostra tradizione». Nelle parole di Lele Corvi c’è tutto l’occhio del vignettista di fama nazionale (collabora tra le altre anche con la nostra testata, ndr) e tutto l’entusiasmo per la sua prima volta come direttore del premio Novello: un signore di buona famiglia. Ieri pomeriggio al Soave di Codogno è stata presentata la sesta edizione del concorso internazionale di satira intitolato all’umorista codognese Giuseppe Novello ed è partito il conto alla rovescia in vista dell’inaugurazione della mostra prevista domani pomeriggio alle 17.30 (mentre la premiazione sarà il 9 giugno). Il tema del concorso è “Il censimento: come cambia la società” e 514 sono le opere arrivate alla giuria da ogni parte del mondo.«Quest’anno abbiamo scelto di inserire alla direzione del premio persone del nostro territorio – ha spiegato l’assessore alla cultura Mario Zafferri – il vignettista lodigiano Lele Corvi come nuovo direttore del premio e Amedeo Anelli di Santo Stefano Lodigiano, direttore della rivista «Kamen’» come direttore artistico del premio». In giuria anche Lido Contemori, vignettista di fama nazionale, come Gianni Sorcinelli, e poi Rudy Zerbi, dj e volto noto per gli spettatori di “Amici”, lo scrittore e comico codognese Maurizio Milani e il presidente della Pro Loco e curatore degli interessi degli eredi Novello nonché presidente della Fondazione Lamberti Emilio Gnocchi.«Credo che il premio Novello sia una doppia occasione – ha spiegato il direttore artistico Anelli -: rilancia Codogno come città dell’umorismo nel nome di Novello e fa conoscere la figura di Novello». Il sogno di Anelli? Esportare le opere finaliste del premio Novello in altre città e province. Tra gli aspetti chiave sottolineati dal critico spicca la partecipazione delle scuole. I ragazzi dell’Itas Tosi (3° A e 3° B) hanno “pedinato” Novello andando a fotografare i luoghi da lui raffigurati nelle vignette restituendo una mostra da non perdere. Gli alunni delle scuole medie invece hanno realizzato delle vignette che saranno esposte in 22 esercizi commerciali della città. Ma il premio Novello coinvolge anche l’associazione Amici della Lirica di Alessandro Bertolotti che accompagnerà Gianni d’Amo e Antonia Rizzi nelle letture pubbliche di testi umoristici e metterà in scena l’opera buffa Il Campanello di Gaetano Donizetti collaborando anche in uno spettacolo con l’ensemble musicale Enarmonia. Domani, alle ore 17.30, negli storici locali del vecchio Ospedale Soave di Viale Gandolfi a Codogno, verrà inaugurata la mostra delle opere in gara, mentre questa sera ci sarà un’anteprima importante, alle ore 21, sempre al Soave, con un incontro pubblico con Daniela Marcheschi sul tema “Novello e la tradizione internazionale dell’umorismo” (l’appuntamento successivo sarà il 25 maggio, in via Roma a Codogno, con una lettura pubblica de Il riso di Bergson da parte di Gianni d’Amo).

Sara Gambarini